Tecnica di elezione nel trattamento degli edemi,
ha molteplici benefici scientificamente provati.

La storia

Il Linfodrenaggio manuale nasce intorno agli anni ’30 a partire dall’osservazione e dall’esperienza di Emil Vodder, fisioterapista danese, che lavorando presso un centro termale in Francia, aveva notato che i pazienti affetti da patologie di tipo infiammatorio a carico dell’apparato respiratorio, quali ad esempio sinusiti, raffreddori e tonsilliti erano caratterizzati da un ristagno di liquido sottocutaneo a livello perioculare e facciale e dall’ingrossamento dei linfonodi a livello del collo. Vodder cominciò a sperimentare su questi pazienti tocchi superficiali a livello della pelle che andavano in direzione del decorso delle vie linfatiche con notevole riduzione del ristagno sottocutaneo e dei linfonodi e conseguente miglioramento fino a completa risoluzione della patologia. Vodder dedicò tutta la sua vita allo studio dell’anatomia e della fisiologia del sistema linfatico comprendendone sempre più l’importanza per la salute e per la guarigione, e perfezionando via via la tecnica manuale di drenaggio linfatico conosciuta oggi in tutto il mondo con il nome di Linfodrenaggio Manuale Vodder ®.

Cos’è?

Il Linfodrenaggio Manuale Vodder® (LMV) è una tecnica di massaggio caratterizzata da una manualità specifica che, correttamente esercitata, agisce esclusivamente sui tessuti superficiali - cute e sottocute - e non sulla fascia muscolare come fanno solitamente le pratiche di massaggio più comuni. È una tecnica “di pelle” che utilizza tocchi molto delicati e lenti in un’alternanza ritmica di lievissima pressione e trazione della cute, e successivo rilascio della stessa al punto di partenza. I movimenti, esercitati con una o due mani sui diversi distretti corporei, sono compiuti sempre in direzione delle vie di deflusso del sistema linfatico e hanno lo scopo di facilitare e stimolare il drenaggio della linfa attraverso i capillari linfatici, che simili a sottilissimi fili di seta sono presenti nella cute. Una pressione eccessiva o movimenti bruschi causerebbero lo spasmo e l’ostruzione dei capillari linfatici con conseguente aumento di ristagno della linfa e perdita dell’obiettivo principale del LMV. Perché il drenaggio linfatico risulti davvero efficace è necessario ripetere più volte le manualità permanendo per un tempo prolungato in una stessa zona; per questioni di tempo dunque una sessione di LMV® inizia sempre con il trattamento del collo per l’apertura dei canali linfatici principali a cui affluiscono tutti i vasi dell’intero sistema linfatico, e prevede normalmente il trattamento specifico di una parte del corpo (es.: gambe, braccia, schiena, viso, ecc.).

Il Sistema Linfatico

Il sistema linfatico svolge importanti funzioni per la salute dell’intero organismo: in primis è responsabile del processo di smaltimento delle tossine e riassorbimento dei liquidi in eccesso derivanti dagli scambi che avvengono nel tessuto interstiziale (liquido). Le cellule di un tessuto non sono direttamente a contatto con i capillari sanguigni che lo vascolarizzano in modo più o meno abbondante; gli scambi tra il sangue e le cellule sono mediati dal liquido interstiziale, permettendo quindi il passaggio di elettroliti, sostanze nutritive e di scarto, nonché di ormoni. Il liquido interstiziale in eccesso viene drenato dal sistema linfatico: una volta entrato nei capillari linfatici esso prende il nome di linfa ed è portato ai linfonodi per essere depurato dalle tossine (batteri, virus, cellule morte, metalli pesanti, inquinanti, ecc.). Nel passaggio attraverso i linfonodi si arricchisce di linfociti e anticorpi, formando un liquido più denso che verrà infine reimmesso nel circolo sanguigno attraverso la vena cava superiore. Il sistema linfatico è infatti responsabile anche della circolazione delle cellule del sistema immunitario che attraverso le vie linfatiche e le relative stazioni linfonodali presenziano i vari distretti corporei per un’immediata risposta di difesa in caso di necessità. Una disfunzionalità del sistema linfatico che può essere dovuta a molteplici fattori (traumatici, metabolici, infettivi, chirurgici, immobilità) comporta pertanto un ristagno di liquidi e di tossine e una sofferenza tissutale, con comparsa di gonfiore e formazione di edemi più o meno gravi, progressiva alterazione del tessuto connettivo con perdita di elasticità, rallentata funzione del sistema immunitario.

Benefici

  • • Favorisce il drenaggio dei liquidi in eccesso responsabili di gonfiori e edemi in varie parti del corpo (caviglie, gambe, mani, braccia, occhi, seni frontali e paranasali, articolazioni, ecc.).
  • • Stimola la circolazione linfatica e venosa a livello del microcircolo.
  • • Migliora l’ossigenazione, l’idratazione e il nutrimento cellulare del tessuto cutaneo.
  • • Velocizza la cicatrizzazione e la rigenerazione cutanea.


  • • Migliora l’aspetto e l’elasticità della pelle.
  • • Promuove i processi di disintossicazione e riparazione dell’organismo.
  • • Attiva il sistema parasimpatico con benefici effetti antidolorifici e rilassamento profondo.
  • • Potenzia l’efficacia della risposta immunitaria.
  • Il LMV® rappresenta la terapia d’elezione nei trattamenti dei Linfedemi (linfedema = squilibrio tra il carico linfatico normale e la capacità drenante alterata) e molte sono leindicazioni in cui può essere utilizzato.

Indicazioni terapeutiche

  • • Edemi e gonfiori secondari a: traumi (ematomi, distorsioni, lussazioni, lesioni tendinee e legamentose, fratture, colpo di frusta, ecc.), interventi chirurgici, immobilità, gravidanza (dopo il terzo mese), ecc.
  • • Insufficienza venosa (ulcere venose), vasculiti, disturbi circolatori a carico del microcircolo.
  • • Alterazioni del tessuto connettivo (sclerodermia, Lupus eritematoso) e del pannicolo adiposo (cellulite, lipedemi).
  • • Ferite cutanee e cicatrici post intervento.


  • • Dermatiti, eczemi, acne rosacea.
  • • Artrosi, reumatismi, discopatie, lombosciatalgie, cervicalgie.
  • • Infiammazioni croniche delle vie respiratorie: sinusite, raffreddore cronico, bronchite cronica e asmatica, otiti e tonsilliti ricorrenti.
  • • Acufeni, labirintiti, sindrome di Menière.
  • • Stress, ansia, nervosismo, cefalee da stress.

Controindicazioni

Controindicazioni relative
Il metodo può essere utilizzato seguendo alcune precauzioni che possono riguardare modalità di esecuzione, durata e frequenza del trattamento.
Controindicazioni assolute
Il metodo non va utilizzato perché potrebbe peggiorare o complicare la problematica esistente.
  • • Tumori maligni trattati
  • • Infiammazioni croniche
  • • Ipotensione
  • • Disturbi funzionali della ghiandola Tiroide (Ipo-Ipertiroidismo)
  • • Asma
  • • Precancerosi della pelle
  • • Gravidanza
  • • Tumori maligni non trattati
  • • Infiammazioni acute
  • • Infezioni generali o locali (caratterizzate da uno stato febbrile)
  • • Manifestazioni allergiche
  • • Trombosi venosa profonda, tromboflebiti
  • • Edemi degli arti causato da un’insufficienza cardiaca


INFO & CONTATTI

  • e-mail: info@naturalisvaletudo.it tel: 349 6426127

  • oppure puoi chiedere direttamente al personale della Farmacia Banci - Via degli Orafi, 22 Pistoia - 0573 22183


Valentina Bigolaro


Infermiera specializzata in Idrocolonterapia, Linfodrenaggio manuale Vodder®, Massaggio Biointegrante®, Educazione al Contatto®, Massaggio infantile AIMI®; esperta in Rimedi Naturali ed Educazione sano stile di vita. Operatrice e Didatta di Biodanza SRT®.

Contattami